xdodicilprimo / luglio

E forse ci sono più stelle
E segreti e insondabili vie
tra noi, nel silenzio
che in tutto il cielo disteso
al di là della nebbia
Antonia Pozzi, Rifugio

La notte in un rifugio ad alta quota, il silenzio della montagna e le voci degli animali, momenti indimenticabili.

L’incanto del rifugio di Enrico Camanni ci racconta questa magia…

arifugio

 

Cosa abbiamo provato a dormire in un rifugio in montagna o in tenda o in riva al mare su una spiaggia?

L’emozione di una notte a contatto con la natura e il cielo stellato, la pioggia che picchietta sul tetto, stare vicini “come sardune speranzose”, quali emozioni hai provato? Come descriverle con una foto?

Ci proviamo, come sempre, a raccontare qualcosa di noi con una foto, e vediamo quel che ne esce!

L’incanto del rifugio di Enrico Camanni Ediciclo Editore

Alla scoperta della più intima e suggestiva natura dei rifugi alpini.
Il rifugio è il simbolo di un turismo “capace di futuro”.
Nell’intimità del rifugio la fragilità è palpabile, l’ansia dell’ascensione resta fuori. Il mondo è ridotto a pochi metri abitati e il rifugio è un’isola al riparo dall’immensità.
L’incantesimo si incrina in prossimità dell’alba, quando il primo alpinista apre la porta ed esce a scrutare le stelle: “È bel tempo, bisogna andare!”. E si rompe del tutto quando ci si rimette in cammino lasciando definitivamente alle spalle le pigre liturgie della sveglia, gli odori rassicuranti di minestrone e di caffè, i rumori domestici delle stoviglie.
Anche se oggi il moderno turismo alpino di massa ha trasformato il rifugio in un posto abbastanza simile agli hotel di fondovalle, luogo di passaggio e di commercio più che di incontro, il rifugio gode ancora di alcune sue inalienabili peculiarità. Enrico Camanni va alla ricerca di quelle peculiarità, materiali e immateriali, di quei momenti che rendono indimenticabili il passaggio in un rifugio: come il trascorrervi la notte quando il silenzio avvolge la montagna e ci si sente finalmente soli, con il rumore del vento e le voci degli animali.

Questa voce è stata pubblicata in eventi, fotografia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *