xdodicilprimo / novembre

Mille giorni e mille notti.

Sarah Marquis ha camminato fino alla fine del mondo, attraverso sei paesi, dalla Mogolia all’Austarlia, passando per il deserto dei Gobi, la Cina, la Siberia, il Laos e la Thailandia.

Perché camminare è un’antica forma di meditazione, e Sarah, un passo dopo l’altro, ha fatto sua questa pratica. Ventimila chilometri davanti e uno zaino sulle spalle, Sarah ha visto paesaggi sontuosi, come il Lago Bajkal, e luoghi lussureggianti, come la giungla del Laos. Si è imbattuta in animali amichevoli e temibili belve, come i lupi della Siberia e i leopardi delle nevi nel deserto del Gobi. Ha incontrato personaggi minacciosi, ladri, narcotrafficanti, ma anche popolazioni accoglienti e calorose.

Un viaggio incredibile in cui, contando solo sulle sue capacità, Sarah ha affrontato temperature gelide e caldi opprimenti, i pericoli della natura selvaggia e della solitudine. 

Selvaggia di Sarah Marquis – Sperling & Kupfer

selvaggia

Camminare, il senso di spossatezza dopo un lungo cammino, la gioia di arrivare, la possibilità di incontrare persone e paesaggi durante il cammino, questo e moltissime altre sensazioni sono di ispirazione per la foto del mese di novembre.

Buone camminate e buoni scatti!

Sarah Marquis, svizzera, fa trekking per il mondo da sola da più di ventiquattro anni. Dopo la traversata degli Stati Uniti, quattordicimila chilometri nell’outback australiano e settemila chilometri sulla via delle Ande, ha deciso di fare questa spedizione titanica. Ha ricevuto il premio europeo di Avventuriera dell’anno 2013 ed è stata candidata al premio Avventuriera dell’anno 2014 National Geographic. www.sarahmarquis.ch

Questa voce è stata pubblicata in fotografia, Libri e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *